Informazioni turistiche per le tue vacanze in Croazia



Booking.com

Zara, la capitale della Dalmazia

Zara, città della Croazia, è la capitale della Dalmazia. La cittadina conta 81.688 abitanti, e si affaccia sul Mar Mediterraneo. Anche la storia del capoluogo della Dalmazia, segue la “linea guida” di tutte le altre cittadine Croate. Dalle origini storiche italiane, ha fatto parte per decenni della Repubblica Veneziana. Dopo un periodo ungherese, una nuova unione alla Repubblica di Venezia, ed un periodo austroungarico, a partire dal 1918, entra a far parte nel regno d’Italia, e ne rimane membra fino all’autunno 1943, quando Zara viene bombardata per ben 54 volte dagli alleati, che attraverso un impressionante carico complessivo di 29,5 tonnellate di ordigni esplosivi, rade al suolo la città ed il tutto si conclude con l’annessione alla Jugoslavia nel 1944.

I monumenti, principale attrazione turistica e culturale della città, sono cospicui e soprattutto incantevoli e sbalorditivi. Primo fra tutti la Cattedrale di Sant’Anastasia, capolavoro italiano, dallo stile pisano-pugliese. Particolarmente apprezzate da parte dei turisti e dagli storici la facciata della chiesa, che in origine era dedicata a San Pietro, e solo in seguito a Sant’Anastasia, ovvero quando furono depositate le reliquie della donna; in particolare il bassorilievo della Madonna col Bambino in trono fra i Santi Grisogono ed Anastasia, posto su una delle due parti della facciata. D’effetto anche il campanile della chiesa, iniziato nel 1452 e terminato nel 1892-93, dunque più di 400 anni sono stati utilizzati per “tirar su” il campanile. Altro orgoglio della città è la chiesa di San Donato, monumento bizantino dalle tre caratteristiche absidi radiate. Alta ben 27 metri, e accompagnata da un prominente campanile, fu costruito nel IX Secolo d.C. .

Ancora testimonianze storiche romane, grazie al Foro, o meglio cioè che resta della struttura romana, dato che il foro, esteso 90 metri per 45, fu quasi totalmente distrutto dai bombardamenti degli anni ’40, e ad reggersi al giorno d’oggi ci sono solamente alcune colonne corinzie, seppur non nella loro altezza originale, che era di 14 metri. Molte altre le Chiese storiche sedi di visite turistiche, come la Chiesa di Simeone, che ospita la salma del santo e dall’arca costruita in legno di cedro rivestito da 240 kg di lamina d’argento. Ma ancora la Chiesa di Santa Maria, posta al lato dell’area dove sorgeva il foro, dalla facciata trilobata; e la chiesa di San Grisogono, con tre favolose absidi semicircolari. Presenti ancora oggi alcune fortificazioni, mura erette nell’antichità per difendere la capitale della Dalmazia dalle incursioni dei turchi. In particolare la Porta Terraferma, decorata con il leone marciano, e la Porta Marina, di dimensioni minori. Il clima infine, varia molto in base alla stagione. Caldo in estate, il clima diventa invece freddo e piovoso ed inverno, ecco perchè il periodo primaverile-estivo è quello consigliato per la visita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *