Informazioni turistiche per le tue vacanze in Croazia



Booking.com

Pola, la città Croata dalle mille attrazioni culturali

Pola è una delle città più sviluppate e abitate di tutta la Croazia.

Attivissimo capoluogo della Regione Istriana, ospita ben 62.378 abitanti, e la sua economia è vivissima: industria alimentare, cementifici; ma sopratutto è un importante centro portuale e pullula di cantieri navali, dato che, collocata tra Slovenia, Croazia e la nostra Italia, è una penisola dell’Adriatico.

Immancabili anche per questa cittadina Croata le origini italiane. Svilupattasi nel I secolo a.C., dopo un attacco barbarico, entro a far parte dell’Impero Romano d’Oriente nel IV Secolo, ed in seguito subi anche influenze dalla Repubblica di Venezia.


Alla fine della prima Guerra Mondiale inoltre, Pola divenne del Regno d’Italia, tanto che nel periodo che va dal 1918 al 1943, furono costruiti edifici pubblici da nomi italiani, quali la scuola elementare Dante e quella superiore Carducci, lo stadio Littorio ecc…

Questo comporta una influenza italiana nella cultura di Pola, tanto che seppur il bilinguismo è stato

rimosso dalle associazioni anti-italiane nel 1947, ed ora la lingua ufficiale è il croato, persiste ancora un minimo di bilinguismo, non paragonabile tuttavia, a quello presente in Alto-Adige.
Molteplici sono le attrazioni che offre il capoluogo ai turisti, ma sono prevalentemente di tipo culturale:
Il principale è sicuramente l’anfiteatro, costruito nel primo secolo d.C., sotto l’impero di Vespasiano, dunque è un “contemporaneo” del colosseo romano, come si nota ad occhio nudo osservando le similarità tra l’anfiteatro di Roma e quello di Pula.
Costruito in pietra calcarea, poteva ospitare sino a 20.000 persone, e l’arena all’interno è lunga 130 metri.

Da visitare anche l’Arco dei Sergi, sempre di origine romana, costruito tra il 29 ed il 27 a.C.
Oltre a numerose altre testimonianze storiche romane, come il Tempio di Augusto o la porta Gemina, tra i “must” dei luoghi e delle costruzioni da visitare, troviamo anche il Palazzo Municipale, data la molteciplità dei suoi stili architettonici, che variano dal gotico al romantico, dal rinascimentale al romanico.
Di fama internazionale anche il Museo archeologico dell’ Istria.
Tante infine, le piazze illustri, o i monasteri e le chiese, come la Cattedrale edificata nel IV secolo e la Chiesa di San Nicola (ancora un pizzico d’Italia…), oltre che particolari posti quali l’Ospedale militare, il Cimitero della marina ecc…

Come sempre, concludiamo l’articolo con una nota sul clima di Pula, tendenzialmente mite.
L’estate, infatti la temperatura media è nell’ordine dei 17/18° C, d’inverno non si hanno quasi mai temperature sotto lo 0.
Mesi “piovosi” quelli compresi tra Settembre e Gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *