Informazioni turistiche per le tue vacanze in Croazia

Litorale di Rovigno e le spiagge di Kuvi

Il litorale di Rovigno è ben noto per la sua costa frastagliata e per la sua varietà ed è caratterizzato da pietre e rocce bianchissime che gli conferiscono un aspetto regale e maestoso. Infatti da diversi decenni ormai, Rovigno è presa d’assalto da numerosi turisti.
Molte delle strutture turistiche si trovano direttamente lungo le spiagge, che sono così diventate famosissime in tutto il mondo.
A Rovigno, le più amate dai turisti sono le spiagge di Kuvi che si trovano andando verso sud: una pineta immensa, acqua cristallina, piste ciclabili e grande tranquillità.

Sopra alla città di Rovigno, svetta la cattedrale barocca di Santa Eufemia, dalla quale si può ammirare la vista su un certo numero di spiagge di ghiaia fine. Queste spiagge sono a baia Lone nota meta che attira numerosi turisti per via dell’ottimo rapporto qualita’-prezzo delle strutture.

La “bandiera blù” è stata conferita alla spiaggia di Valalta duranteil 2000, spiaggia che, nonostante i numerosi turisti dà l’impressione di una spiaggia tranquilla e rilassante, da vivere all’insegna del relax e della tranquillità.
Anche alla incantevole spiaggia di Villa Rubini nel 2002, è stata assegnata la “Bandiera blu”, per via della florida vita sottomarina che la caratterizza.

Susak

Se si visita Rovigno d’estate, la cosa migliore é frequentare le numerose terrazze che affacciano diretamente sulle spiagge con rocce più alte, quelle che cadono a picco nel più profondo del mare e permettono anche i tuffi. Queste spiagge sono nella baia di Scaraba e a Capo Rusi luoghi rinomati per il fatto che numerosi turisti nelle belle serate affollano la spiaggia per gustare un drink o un aperitivo.

L’ingresso nel centro storico di Rovigno avviene attraverso il momumentale Arco dei Balbi. Di fronte alla città ci sono 13 isolotti, alcuni dei quali si raggiugono con le numerose corse dei traghetti organizzate giornalmente. L’isolotto più famoso è detto l’Isola Rossa (o Giardino Fiorito, data la splendida vegetazione), formata da due grossi scogli ricchi di vegetazione: Sant’Andrea e Maskin (riservata ai naturisti), collegati tra di loro da una diga. In ogni caso, le incantevoli spiagge ciottolose offrono sempre un luogo accogliente dove poter trascorrere indimenticabili giornate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *